SPEDIZIONE GRATUITA IN 24/48 ORE PER ORDINI SUPERIORI A € 60

Erbe naturali alternative al Tabacco

E' il primo tiro che frega poi il fumatore, il tabacco è la pianta più usata al mondo per via del principio presente al suo interno che: la nicotina. University College of London ed in particolare dai ricercatori dell’unità clinica di Psicofarmacologia; lo studio è stato pubblicato su Elsevier, il maggior editore mondiale di testi scientifici e medici.

L’esperimento si è svolto così: ventiquattro tabagisti volontari sono stati divisi dai ricercatori in due gruppi, entrambi formati da dodici persone. Al primo, senza ovviamente dir loro nulla, è stato dato in uso un inalatore con all’interno il principio attivo CBD, mentre all’altro è stato fornito un inalatore riempito di placebo. I fumatori avrebbero dovuto farne uso ogni qual volta gli fosse venuta la voglia di fumare.

Sono bastati solo sette giorni perché diventasse già chiaro che il cannabidiolo aveva effetti positivi sulla dipendenza da tabacco: in una settimana, infatti, i membri del gruppo di controllo (quello a cui non era stato somministrato il principio attivo della cannabis) non avevano cambiato di una virgola il loro comportamento, e avevano continuato a fumare come prima. Per quanto riguarda, invece, l’altro gruppo, quello che aveva fatto uso di CBD , i suoi membri avevano diminuito il numero di sigarette fumate di circa il 40 per cento. Ma non è finita qui, in quanto gli elementi di quest’ultimo gruppo hanno continuato a fumare di meno anche una volta terminata la cura.

Questo è quanto accade nel resto del mondo, dove le potenzialità della cannabis e dei suoi derivati sono sempre più riconosciute ed apprezzate, e dove si cercano i possibili impieghi in ambito medico e terapeutico. In Italia, invece, l’aspetto della ricerca manca, e continua solo la caccia indiscriminata a chi ne fa uso. Solamente nelle ultime settimane, infatti, si sono accavallate le notizie che riguardano denunce o arresti per possesso di hashish o marijuana.

Se volete smettere di fumare tabacco e cercate un’alternativa sappiate che ci sono tantissime piante che potrete provare. Sono perfette per chi fatica a lasciare la sigaretta tradizionale o cerca un ottimo abbinamento per la propria cannabis. Per non essere più schiavi del tabacco o semplicemente per variare un po’ vi consigliamo di sperimentare, con queste erbe naturali tutte assolutamente legali, da rollare o da vaporizzare.

Il tabacco è un sapore alla quale siamo ormai abituati, la nicotina e altre sostanze presenti nelle miscele che acquistiamo ogni giorno ci rendono dipendenti e purtroppo molto spesso ci rendiamo conto che fare a meno di questa sostanza ci costa un largo impegno. Se state cercando di smettere ma apprezzate comunque il gesto di  aspirare allora potreste amare l’idea di confezionarvi sigarette alle erbe oppure di utilizzare miscele alternative all’interno del vostro vaporizzatore. La scelta a livello di prodotti è davvero tanta e la cosa interessante è che sperimentando potrete creare dei mix perfetti per rispondere alle vostre necessità del momento, proprio come fareste per una tisana, scegliendo qualcosa di energizzante, oppure rilassante o magari che plachi l’ansia che incombe. Il bello è che molte di queste soluzioni alle erbe si sposano perfettamente con la cannabis sia a livello di sapore che per la presenza di terpeni e altre sostanze che interagiscono con in cannabinoidi migliorando l’esperienza generale.

Quindi se vi siete stancati di essere succubi del tabacco provate una o più alternative e vedrete che il risultato sarà ottimo. Un’ultima precisazione, se decidete di consumare queste erbe fumandole sappiate che le tossine prodotte dalla combustione raggiungeranno comunque i vostri polmoni, detto questo se userete solo prodotti biologici e privi di tracce chimiche sarà molto molto meno dannoso che fumare tabacco. Un’accortezza utile per ottenere una combustione migliore è quella di non utilizzare materiali troppo secchi, primo perché come per la cannabis i prodotti vegetali saranno più buoni se sono di produzione relativamente recente, secondo perché un minimo di umidità del composto farà sì che l’esperienza sia migliore. Se le vostre erbe vi sembrano troppo secche e friabili prima di tritarle con il grinder inumiditevi leggermente una mano e lavoratele un po’. Ecco quali sono i nostri consigli erboristici per sostituire il tabacco.

Damiana

Questa è forse la soluzione migliore quando si cerca un sostituto al tabacco, la damiana è un’erba molto conosciuta tra gli erboristi e sin dall’antichità si utilizza sotto forma di infuso per le sue proprietà rilassanti. Oltre a farci stare tranquilli è anche considerata un ottimo afrodisiaco o almeno così dicono gli abitanti del centro america, che da tanti anni utilizzano nella loro medicina tradizionale questo prodotto per scaldare l’atmosfera di coppia. Oltre a rilassare con i suoi terpeni invitanti la damiana contiene anche caffeina e tannini, quindi ha anche un effetto stimolante e rivitalizzante. A chi la fuma piace soprattutto per il suo aroma delicato e poco invasivo, leggermente dolciastro, che la rende una base perfetta o un’ottima compagna per la cannabis.

Melissa

Reperibilissima ed economica, anche la melissa è un’erba perfetta da fumare! Ha un gusto delicato e rinfrescante di quelli che non stancano, a metà tra il fiorito e il mentolato. Per quanto riguarda gli effetti è una delle erbe più usate per distendere i nervi, poi potrete sempre scegliere se farci una tisana o fumarla. In molti la utilizzano come base insieme ad altre erbe o essenze calmanti. Noi troviamo che come aroma si sposi davvero bene con tutto.

Salvia

Non ci avrete mai pensato ma la salvia è una delle erbe aromatiche migliori da fumare, le sue foglie profumate sono ricchissime di oli essenziali e terpeni, in particolare il terpinolene (presente anche nel rosmarini) che si sposa perfettamente con la cannabis. L’aroma della salvia è deciso, piccante e balsamico. Inoltre ha un effetto antinfiammatorio che può aiutare a ridurre i fastidiosi contro della combustione per la nostra gola.

Ginseng Indiano

Il ginseng indiano o ashwagandha è una pianta originaria dell’India che appartiene alla famiglia delle Solanacee. Il suo nome deriva dal sanscrito e significa “odore di cavallo” ma non preoccupatevi, la verità è che ha un aroma piuttosto delicato, leggermente legnoso. Questo vegetale non si fuma per il suo aroma ma perché l’ashwagandha è utilizzatissimo nella medicina ayurvedica per riequilibrare l’organismo e le reazioni immunitarie nelle situazioni di stress. La sua azione calmante è rinomata (tanto che viene usata come coadiuvante del sonno) ma allo stesso tempo può essere un energizzante dell’umore nei casi di apatia e forte depressione. Fumarla o vaporizzarla è un’ottima idea se siete in un momento difficile da gestire, inoltre è molto adatta a chi soffre di picchi d’ansia da THC perché è un ottimo agente mediante se utilizzato con la cannabis.

Timo

Fumare una sigaretta fatta tutta di timo è sconsigliabile, l’aroma di questa pianta ricchissima di oli essenziali può essere molto intenso ma abbinarlo con la cannabis è invece un’idea favolosa, un po’ perché i due aromi si legano molto bene e un po’ perché queste due piante interagiscono magnificamente tra loro grazie alla presenza del terpene micene che intensifica gli effetti di diversi cannabinoidi.

Verbena

La stessa cosa che abbiamo detto per il timo vale per la verbena! Non fumatela da sola, ma abbinatela alla cannabis e scoprirete quanto il mircene possa essere utile per creare il joint perfetto!

Erba dei Sogni

Ha un soprannome romantico e un nome scientifico a dir poco esotico, la Calea Zacatechichi conosciuta dai più come “erba dei sogni” è una pianta originaria del Messico utilizzata dalla medicina tradizionale per i suoi poteri rilassanti e vagamente allucinogeni che fanno fare sogni deliziosamente complessi. Nei paesi d’origine viene usata vaporizzata o inalata, ma attenzione perché se ne usate troppa ha un retrogusto amaro.

Mate

Oltre a farci un potente infuso provate a fumare il mate e scoprirete un energizzante molto efficace dal sapore intenso e profondo che richiama il legno e la terra. Il suo alto contenuto di caffeina lo rende adattissimo a chi non vuole affatto rilassarsi e può intensificare lo sballo da THC.

Altre erbe e spezie da usare nel vostro mix

Siete in cerca dell’aroma perfetto? Unite alle vostre erbe altri prodotti creando un mix che rispetta i vostri gusti e le vostre necessità del momento. Vi consigliamo di sperimentare con le spezie aggiungendo cannella e chiodi di garofano in polvere (in quantità limitatissima), fiori di camomilla, di lavanda (che sono anche ottimi calmanti) o date un tocco balsamico con un pizzico di meta piperita.

Lascia un commento