Le consegne rimangono REGOLARI anche se a causa emergenza Covid-19 potrebbero subire ritardi (Clicca sulla barra per restare aggiornato) LA SPEDIZIONE 24/48 ORE RIMANE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 59 € #DISTANTIMAUNITI

I BENEFICI DEL CANNABIDIOLO

  • Dimagrire assumendo CBD: cosa dicono gli studi scientifici

    Da quando i cannabinoidi sono diventati interessanti a livello medico e scientifico sono state scoperte davvero tantissime potenzialità correlate all’utilizzo medicale di queste sostanze. In particolare è stata indagata la capacità che il cannabidiolo (una delle molecole non psicoattive chiamate appunto cannabinoidi e presenti nelle infiorescenze di cannabis) ha di stimolare l’elaborazione dei nutrienti da parte del corpo umano e, visti i promettenti risultati in questo campo, sempre più gruppi di ricerca hanno scelto di approfondire l’argomento che ha sicuramente un fortissimo appeal sia dal punto di vista commerciale che medicale.
  • CBD: un ottimo alleato per smettere di fumare

    Fumare è davvero un vizio difficile da abbandonare, ma forse assumendo CBD tutto sarà più facile. Oggi tutti noi sappiamo che le sigarette fanno male alla salute ma in molti decidono di continuare a mettere in gioco la propria sicurezza nonostante questa consapevolezza. Il motivo? I fumatori sono dipendenti da una sostanza chiamata nicotina che è presente nel tabacco che crea una forte dipendenza e che è davvero difficile da abbandonare. Ma la scienza dice che contro questa schiavitù forzata, oltre a una volontà ferrea, può aiutare l’assunzione di CBD.
  • IL CBD CONTRO I DISAGGI DELL'ALZHEIMER

    Disturbi degenerativi come l'Alzheimer inibiscono il normale funzionamento del cervello, dunque mantenere un sano tessuto cerebrale nel corso della vita è importante e può ridurre il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer – così come altri disturbi quali sclerosi multipla e Parkinson. Ciò si ottiene attraverso un regolare esercizio mentale e fisico, ma la ricerca sta evidenziando che l'equilibrio chimico nel cervello può essere migliorato con l'introduzione di cannabinoidi ostili ai precursori del morbo di Alzheimer – una certa serie di enzimi. La presenza di questi enzimi è uno dei segnali precoci e marchi caratteristici nella diagnosi del morbo di Alzheimer, ed uno dei maggiori contributi al progredire della malattia.
  • SISTEMA ENDOCANNABINOIDE (ECS)

    Ma come fa ad avere un raggio d'azione così ampio? Ebbene, il sistema endocannabinoide regola essenzialmente tutte le funzioni ed i processi di base del nostro corpo, il che significa che agisce direttamente su:

    Umore - Sonno - Appetito - Metabolismo - Dolore - Memoria - Funzioni immunitarie - Infiammazioni - Funzioni neuroprotettive e di sviluppo - Digestione - Riproduzione.

  • CANNABIDIOLO: BENEFICI PER LA SALUTE

    Aumenta in Italia la lotta alla cannabis e al contempo gli studi scientifici che dimostrano le qualità eccezionali presenti nei composti prodotti dalla pianta. La frontiera a difesa del benessere naturale è sempre più strutturata ed efficace per cura e sana prevenzione.